Ecolalia - Luís Quintais

978-88-9382-074-5

Ecolalia - Luís Quintais 978-88-9382-074-5


(…) La poesia di Quintais spicca per l’atteggiamento quasi ossessivo e catartico, ma anche onesto e genuino, al contrario di tanti altri poeti suoi coevi, troppo accorti di quello che scrivono in funzione di quello che diranno i critici.

Questo non succede affatto alla poesia di Quintais, il quale abita a Coimbra (fuori dai giri che contano nella capitale), dove insegna antropologia presso la prestigiosa università locale, una delle più antiche d’Europa – e possiamo anche immaginare il malessere di trovarsi, per motivi di lavoro, in un ambiente provinciale che spesso sfoggia l’arroganza del prestigio intellettuale della storica università. Amato dai suoi studenti, questa insofferenza riaffiora ogni tanto nella sua poesia (…).

Dalla postfazione di Antònio Fournier




Asma

Uma asma espiritual, um traço infame

que se cruza com a tua biografia

a horas impróprias, sem reserva,

interpelando-te.

És, serias uma máquina,

o funcionário vaticina o teu futuro,

desenha-te a número, cifra, percentagem,

prognostica-te objectivos, soma-te e subtrai-te.

Amanhã, o seu corpo-teorema

atropelar-te-á, morrerás na margem,

estuprado, defenestrado

pela arruaça tecnocrática.

E se viesse uma bomba que o incluísse,

um kamikaze, um messias

de espanto e morte, atómico e total.

Seria ao menos de companhia, esse director.

Asma

Un’asma spirituale, una traccia infame

che si incrocia con la tua biografia

a ore improprie, senza appuntamento,

interpellandoti.

Sei, saresti una macchina,

l’impiegato vaticina il tuo futuro,

ti disegna in numero, cifra, percentuale,

ti prognostica obiettivi, ti somma e ti sottrae.

Domani, il suo corpo-teorema

ti travolgerà, morirai sul ciglio,

stuprato, defenestrato

dal baccano tecnocratico.

E se cadesse una bomba che lo includesse,

un kamikaze, un messia

di stupore e morte, atomico e totale.

Sarebbe almeno di compagnia, quel direttore.




Notizia
Luís Quintais (Luso – Angola, 1968) è una delle voci più autorevoli della poesia portoghese odierna. È anche saggista, traduttore e professore di antropologia presso la prestigiosa Università di Coimbra e coordina, insieme ai poeti e critici Gastão Cruz, Fernando Pinto do Amaral e Carlos Mendes de Sousa, Relâmpago, la più importante rivista di poesia in Portogallo. Rivelatosi come poeta nel 1995 con A Imprecisa Melancolia, è stato subito riconosciuto dalla critica come una delle voci più originali della sua generazione. La sua opera ormai trentennale è tradotta in castigliano, francese, italiano, inglese, tedesco, croato e ungherese. Oltre a A Imprecisa Melancolia (1995), le altre sue raccolte poetiche Lamento (1999), Umbria (1999), Verso Antigo (2001), Angst (2002), Duelo (2004), Canto Onde (2006), Mais espesso que a água (2008), Riscava a palavra dor no quadro preto (2010), Depois da música (2013) e O vidro (2014), riunite poi nell’opera omnia Arrancar penas a um canto de cisne. Poesia 2015-1995 (2015) nonché il suo ultimo libro pubblicato fino adesso, A Noite Imóvel (2017), hanno ottenuto vari riconoscimenti tra cui l’Aula de Poesia di Barcellona, il PEN Club portoghese, il Premio Luís Miguel Nava, il Premio Nazionale di Poesia António Ramos Rosa, il Grande Premio di Poesia Teixeira de Pascoaes, il Premio Letterario della Fondazione Inês de Castro e il Grande Prémio A.P.E. per la Poesia dell’Associazione Portoghese di Scrittori, il più importante riconoscimento attribuito a un poeta in Portogallo.
€13 In stock
ISBN:978-88-9382-074-5
Autore:Louís Quintais
Anno:2018
Lingua:Italiano - Portoghese
Collana:pordenonelegge.it - Gialla Oro