Pensi dunque il Re qualche cosa - Silvia Morotti

Cod. Art. 978-88-7848-974-5
€13.00
Disponibile
1
Dettagli del prodotto


Nota dell’autore

Il racconto ispiratore della silloge è presente nell’antologia Mistica ebraica. Testi della tradizione segreta del giudaismo dal III al XVIII, a cura di Giulio Busi e Elena Loeventhal, Einaudi. La prima edizione è del 1995, l’edizione con­sultata è del 2006. L’antologia raccoglie anche scritti poco conosciuti, come Il libro Fulgido. Nell’introduzione al testo si parla di una traduzione tedesca di Gershom Scholem, nel 1920. Il libro era noto a Marsilio Ficino, che lo chiamava Liber Lucidus e a Pico della Mirandola, che lo fece tradurre. La stampa in ebraico è del 1651. Esistono versioni in inglese, francese, spagnolo, portoghese; quella uscita da Einaudi è la prima traduzione in lingua italiana.

S. M.




Notizia

Silvia Morotti (Camaiore, 1972) si è laureata in Lettere presso l’Università di Pisa con una tesi su La poesia di Corazzini dalle forme chiuse ai versi liberi (Premio Montale). Dal 1999 collabora con la rivista Soglie, Quadrimestrale di Poesia e Critica Letteraria; dal 2001 al 2010 tiene laboratori di scrittura italiana presso l’Università di Pisa. Ha conseguito il Dottorato di ricerca in Studi Italianistici con una tesi su Corazzini, Gozzano e Soffici. La teatralizzazione del discorso lirico nella poesia del primo Novecento.

Ha pubblicato I fuochi di Sant’Ermete (Lampi di Stampa, 2011), Il sarto in certi romanzi (Perrone, 2015) e il saggio Guido Gozzano (Bonanno, 2013).

Salva questo articolo per dopo