Quadro di New York - Valentì Gomez i Oliver

Cod. Art. 978-88-9382-113-1
€13.00
Disponibile
1
Dettagli del prodotto


Versione italiana dall'originale catalano, Retaule de Nova York, a cura di Yorick Gomez Gane.




Valentí Gómez i Oliver (Barcelona, 1947). Poeta, escriptor i traductor. Llicenciat en Filosofia i Lletres (UB); diplomat al “Centro Sperimentale di Cinematografia” (Roma) amb Roberto Rossellini; fins l’any 2003 professor de Lingua e Letteratura Spagnola a la Univ. Roma 3 (Dipart. Letterature Comparate) on ha treballat més de trenta anys. Ha publicat nombrosos articles acadèmics i a la premsa, llibres de bibliòfil (Set planetes; Flor de Fuego amb Marga Clark), diverses obres de poesia (XLIX Sonets d’amor; Or verd), viatges (Roma, passeig per l’eternitat), novel·la (L’occhio del faraone, amb Boris de Rachewiltz) i assaig (Antologia della poesia spagnola, amb Rosa Rossi; Confesiones de Jesuitas, amb J. M. Benítez-Riera), obres traduïdes a nombroses llengües. També ha traduït a l’espanyol, entre d’altres: Libro dei morti degli antichi egiziani, Benvenuto Cellini (Vita), Pier Paolo Pasolini, Elémire Zolla, Lucio Mariani, Gianrico Carofiglio. Des de 2006 “Cavaliere OMRI de la Repubblica Italiana”.




Valentí Gómez i Oliver (Barcellona, 1947) è poeta, scrittore e traduttore. Laureato in Filosofia presso l’Università di Barcellona e diplomato al “Centro Sperimentale di Cinematografia” di Roma con Roberto Rossellini, fino al 2003 è stato docente di Lingua e Letteratura Spagnola presso l’Università di Roma 3 (Dipartimento di Letterature Comparate) dove ha lavorato per oltre trent’anni. Ha pubblicato numerosi saggi accademici e articoli in quotidiani, libri per bibliofili (Set planetes; Flor de Fuego, con Marga Clark), diversi libri di poesia (XLIX Sonets d’amor; Or verd), di viaggi (Roma, passeig per l’eternitat), un romanzo ( L’occhio del faraone, con Boris de Rachewiltz) e saggi (Antologia della poesia spagnola, con Rosa Rossi; Confesiones de Jesuitas, con J. M. Benítez-Riera), opere che sono state tradotte in diverse lingue. In spagnolo ha tradotto, tra le altre, opere come Il libro dei morti degli antichi egiziani, Vita di Benvenuto Cellini, e autori tra i quali Pier Paolo Pasolini, Elémire Zolla, Lucio Mariani e Gianrico Carofiglio. Dal 2006 è “Cavaliere OMRI della Repubblica Italiana”.




Il legame, (quasi un filo sottile) - emerge dalla pala d'altare di New York: una combinazione di poesie, prosa poetica e disegni (matite e acquarelli). L'insieme del lavoro confessa uno sguardo intimo in tutta la città che, nelle parole dell'autore, "è una città, cè uno specchio in cui tutti vediamo riflessi". Qui anche i piccoli dettagli diventano protagonisti: in breve, una New York dove si possono trovare molti altri newyorkesi e molte anime perdute.

Salva questo articolo per dopo